Bovini, suini e avicoltura

Descrizione

L’ozono svolge un ruolo molto importante nel settore zootecnico, grazie alla sua potente capacità di disinfettare e deodorizzare aria e acqua. L’ozono è uno dei disinfettanti naturali più potenti mai conosciuti finora, utilizzato nei paesi più sviluppati per disinfettare e deodorizzare l’aria e l’acqua. Viene prodotto facilmente a partire dall’ossigeno contenuto nell’aria. Nel settore zootecnico l’ozono ha tre utilizzi principali:

  • Disinfezione dell’aria
  • Deodorizzazione ed ossigenazione dell’ambiente
  • Disinfezione dell’acqua destinata al consumo animale

Alcune problematiche nelle aziende agricole con riguardo all’aria sono:

  • le condizioni ambientali facilitano la diffusione e la trasmissione di malattie per via aerea: il colera aviare, il diftero-vaiolo aviare, la metasalmonellosi, le infezioni dell’influenza aviaria, la bronchite infettiva, le infezioni da stafilococco, ecc …
  • la mancanza di ossigeno dovuta della scarsa ventilazione ed al sovraffollamento di animali
  • forti esalazioni di gas ammoniaca, acido solfidrico, anidride carbonica, metano, ecc.
  • cattivi odori

La   disinfezione delle aziende agricole richiede spesso l’interruzione del processo produttivo per evitare che gli animali vengano contaminati dai disinfettanti.

Per l’allevatore questi sono giorni di fermo senza produttività e la ventilazione naturale comporta un rischio di infezione per gli animali, oltre ad essere un notevole disagio per la popolazione vicina all’allevamento. Questi problemi hanno le seguenti conseguenze:

  • Perdita di carichi interi per la trasmissione di malattie, con gravi ripercussioni economiche
  • Possibili malattie cardiovascolari e respiratorie, a causa della mancanza di ossigeno
  • Alimentazione povera dell’animale e diminuzione della trasformazione di mangime in carne
  • Aumento dello stress degli animali, abbreviando la loro vita e la loro produttività
  • Deterioramento dell’aspetto e del colore delle carni degli animali
  • Gli odori generano gravi problemi agli abitanti residenti nelle vicinanze dell’allevamento

Soluzioni
L’ozono viene utilizzato nei paesi più sviluppati per risolvere questi tipi di problemi. La sua enorme efficacia risiede nella potente capacità di ossidare tutti i tipi di composti, principalmente organici. Distrugge facilmente batteri, funghi, muffe ed una grande varietà di odori. Inattiva le funzioni dei virus.

Molte delle reazioni chimiche che avvengono nell’ozonizzazione rilasciano ossigeno, in modo da contribuire all’ossigenazione degli ambienti. Inoltre l’ozono dopo la reazione si riconverte trasformandosi in ossigeno puro. L’animale in un ambiente sano ed ossigenato si nutre e si sviluppa molto meglio, in modo tale da essere più produttivo e redditizio. L’ozono fornisce un ambiente sano ed ossigenato per gli animali, libero da odori e germi.

Il sistema è vantaggioso per l’allevatore ed è basato su un principio semplice e naturale. Il vantaggio dell’ozono rispetto ad altri altri sistemi è che viene prodotto a partire dallo stesso ossigeno dell’atmosfera, per cui le macchine non hanno bisogno di ricambi, cartucce di ricarica o alcuna sostanza. Viene prodotto uno dei disinfettanti più potenti in natura direttamente dall’atmosfera.

Un altro vantaggio è che l’ozono non inquina né lascia residui tossici che possano nuocere agli animali, e   ciò permette di  eseguire processi di disinfezione e deodorizzazione in continuo, senza bisogno di interrompere il processo produttivo.
Come si tratta l’aria di un allevamento ?
Un trattamento di ozonizzazione dell’aria consiste nel mescolare questo gas all’interno dei volumi d’aria dell’allevamento. La quantità di ozono disperso nell’ambiente ed il tempo di permanenza nell’aria sono le variabili che determineranno la prestazione del trattamento di ozonizzazione. L’ozono può essere diffuso in ambiente in due modi diversi:

attraverso i diffusori di ozono per allevamenti relativamente piccoli

attraverso un ventilatore di immissione aria con il quale l’ozono viene iniettato nel condotto di ventilazione che immette l’aria dall’esterno all’interno dell’allevamento. Il ventilatore assicura l’introduzione di aria purificata dall’esterno all’interno, dove l’ozono svolge la sua funzione sanificante.

La quantità di ozono, i tempi di iniezione e i tempi di contatto sono calcolati sulla base di alcune variabili, come il volume del capannone, il fattore di forma, il numero di animali, del grado di contaminazione, dei materiali da costruzione, ecc.

Per ogni tipologia di allevamento è necessario lo sviluppo dell’applicazione al caso specifico. Per   questo,   disponiamo di un ufficio tecnico dedicato per analizzare nei dettagli tutti questi aspetti.
Avicoltura
A partire già dalla raccolta delle uova e dalla loro selezione, fino alla loro trasformazione in carne, sono presenti i seguenti processi:

nel trasporto all’incubatrice le uova sono esposte ad una possibile contaminazione propria dell’ambiente  nel  quale  si  svolge  questa  operazione, con assimilazione   attraverso   le porosità del guscio ( effetto dovuto all’esistenza di differenze di temperatura tra l’uovo e l’ambiente)

una volta che le uova sono nell’incubatrice, permane il rischio che penetri qualche tipo di batterio, germe o virus  al suo interno, anche supponendo il fatto che, prima che arrivino le uova, esista già un buon livello di pulizia, disinfezione e sterilizzazione di tutti gli spazi. Ciò che non è previsto è l’ingresso di corpi estranei dall’esterno attraverso le aperture presenti (porte, finestre, prese d’aria, ecc.)
Occorre considerare che, all’interno di questi spazi, vi è un ambiente favorevole, per via della temperatura ed il grado di umidità, all’incubazione ed allo sviluppo di corpi estranei in quanto è inevitabile che entrino ed escano dalla recinzione sia il materiale necessario alla sua gestione che il personale, correndo sempre il rischio di introdurre elementi contaminanti e viziare l’ambiente.
L’ozono in incubatrice
Per quanto riguarda il personale nei bagni e negli spogliatoi è consigliabile l’uso di un generatore di ozono,   in modo che questi ambienti siano completamente sterilizzati. Quando si effettuerà il cambio di vestiti, questi saranno in perfette condizioni di disinfezione con riduzione del rischio.

Nei locali magazzino adibiti, ad esempio, al deposito di scatole, vaschette ed altri oggetti è consigliabile una continua ed efficace ozonizzazione in modo che, quando questi elementi vengono utilizzati, si abbia la garanzia che siano in perfette condizioni igienico-sanitarie. Nel resto degli spazi è consigliato un dosaggio inferiore di ozono per il mantenimento delle condizioni igienico-sanitarie:

se l’aria utilizzata all’interno dell’incubatrice verrà prelevata dall’esterno sarebbe opportuno sottoporre anch’essa ad ozonizzazione

è opportuno l’uso di ozono anche nel trasporto dei pulcini in furgoni adibiti a questo scopo
Aziende agricole, allevamenti di suini e bovini

Normalmente le aziende agricole sono pulite e disinfettate, dopo aver trascorso un periodo di riposo compreso tra 5 e 15 giorni i capannoni che sono stati sottoposti ad una pulizia e disinfezione intensa con l’uso di diversi prodotti, inizialmente non presentano alcuna traccia di inquinamento. Successivamente vengono aperti completamente tendoni e porte per aerare e far evaporare i gas residui che ha lasciato il disinfettante. L’allevatore, quando apre completamente il capannone per arearlo, consente l’ingresso a tutti i tipi di batteri, germi, virus, ecc. e quando arriveranno i pulcini troveranno un ambiente che favorirà l’assimilazione di tutti questi tipi di microrganismi. Se al loro arrivo i pulcini troveranno invece un capannone ozonizzato, non si produrranno quei vapori di ammoniaca e di fermentazione, causati sia dallo spargimento di acqua e mangime, che dagli escrementi. Uno degli effetti principali che inizieranno a sentire i polli sarà una migliore conversione o digestione degli alimenti e, quindi, una migliore assimilazione del mangime e conversione in biomassa.
Riguardo alla redditività, secondo esperimenti condotti in materia nei paesi sviluppati, si è raggiunto un aumento di peso sino al 20% con la stessa quantità di mangime e la pelle risulta più gialla senza dover ricorrere a coloranti per dare un migliore aspetto alla carne:

  • Polli da carne: si ottiene un rendimento più elevato (circa il 18%), miglior aspetto, ed una notevole riduzione di malattie patogene, con il conseguente risparmio di farmaci preventivi
  • Galline ovaiole: allo stesso modo si ottiene un maggior rendimento nello sviluppo delle galline,   un   aumento   considerevole   della   deposizione,   maggiore   consistenza   del   guscio dell’uovo ed un colore più marcato del tuorlo
  • Galline da riproduzione: dato che sono da riproduzione, richiedono particolari condizioni di gestione. Rendendo l’ambiente ozonizzato, ridurremo notevolmente il rischio di contagio di malattie, e gli effetti disastrosi che si manifestano poi nell’uovo. Da tutto ciò si deduce che l’Ozono è fondamentale per ottenere uova adatte all’incubazione

Risparmio energetico
Bisogna menzionare anche il risparmio sul riscaldamento che si ottiene disponendo di un capannone ozonizzato. Normalmente si mantiene una temperatura di 35 °C ed una temperatura ambiente 15-18 °C. Col trascorrere del tempo l’ambiente comincia a viziarsi ed è necessario aprire i tendoni per fornire una maggiore ossigenazione all’ambiente. Quando vengono svolte queste operazioni ci sono anche dispersioni di calore con riduzioni di temperatura e si possono provocare diverse malattie di tipo respiratorio.

Quello che l’ozono non può evitare è la polvere caratteristica che si forma nell’atmosfera a causa delle piume, dei giacigli, ecc. ed è solo in questo caso, quando è necessario spazzare via l’aria per fornire un  ambiente più pulito dalle impurità, cosa che normalmente si ottiene aprendo i tendoni o per mezzo di ventilatori di estrazione. Tra i problemi che ciò rappresenta, ne derivano diverse malattie, come ad esempio il colera aviare, il vaiolo, la salmonellosi, l’influenza  aviaria,  la   bronchite   infettiva,  le  malattie  respiratorie  croniche,  le  infezioni  da stafilococco, così come i germi sub-patogeni e patogeni, funghi ed altro. L’Ozono, con il suo potere ossidante distrugge quasi totalmente gli agenti infettivi che provocano tali malattie, inoltre  è   di   grande   importanza   il   suo   effetto   ossidante   nella   scomposizione   dei   gas quali l’ammoniaca, il metano e l’anidride carbonica derivanti dagli escrementi.

Si sono verificati casi di pulcini, con forti sintomi di asfissia a causa del sovraffollamento nel capannone, che dopo poche ore di ozonizzazione intensiva si sono completamente ripresi, ponendosi allo stesso livello dei pulcini sani.
Allevamenti di bestiame
Al giorno d’oggi le elevate concentrazioni di animali in allevamenti intensivi o nelle stalle ed i sistemi di costruzione delle strutture, generano un’elevata concentrazione di ammoniaca, acidi ed   un   aumento   della   flora   microbica,   che   produce   un   ambiente irrespirabile ed una mancanza di ossigeno. Ciò dà origine ad un elevato numero di malattie, principalmente respiratorie, che riducono il rendimento dell’azienda zootecnica. Per risolvere questa situazione, l’allevatore utilizza come misura soltanto la ventilazione delle stalle, degli ovili e degli allevamenti, a costo di un elevato aumento del consumo di energia per il riscaldamento e  non  riuscendo con questo ad evitare che germi e batteri permangano all’interno del capannone.
L’ozono, mediante le sue proprietà battericide, ossidanti, disinfettanti e deodoranti, è in grado di trasformare l’ambiente interno dei capannoni zootecnici, ottenendo:

  • la rigenerazione dell’aria, aumentando la sua ossigenazione
  • la distruzione di batteri, virus, ecc.
  • la riduzione notevole degli odori
  • la riduzione della ventilazione e di conseguenza dei costi di riscaldamento nei periodi invernali
  • la riduzione dei costi di medicazione, dal momento che dopo pochi giorni dall’installazione del generatore di ozono, lo stesso allevatore vedrà che gli animali avranno meno malattie, diventando più vigorosi ed aumentando il consumo di mangime
  • la  sostituzione del cloro, applicando l’ozono all’acqua  di alimentazione  dei capannoni zootecnici
  • la disinfezione ed eliminazione degli odori di stagni di liquami
  • non sarà necessario far “riposare” aree o capannoni  zootecnici per mesi
  • l’apporto  di ozono in dosaggio elevato per diversi giorni sarà  sufficiente a rendere i capannoni completamente disinfettati e liberi da qualsiasi tipo di focolai o accumuli di batteri o virus

Per   queste   sue   proprietà, l’ozono è stato applicato per più di 30 anni nelle aziende zootecniche dei paesi del nord Europa, degli Stati Uniti ed ha cominciato ad essere applicato in Colombia, dove, a causa del clima, è necessario ridurre al minimo la ventilazione.
Ozonizzazione dell’acqua di consumo e lavaggio delle strutture
Un’altra applicazione molto importante nel trattamento microbiologico delle aziende agricole e dei maneggi è l’ozonizzazione dell’acqua di consumo degli animali. Solitamente viene utilizzata l’acqua proveniente da falde acquifere e da torrenti, quest’acqua non viene trattata e l’animale la consuma così com’è. Si tratta di acque che contengono nitriti, nitrati, pesticidi, carichi organici, metalli pesanti, agenti patogeni, ecc. Pertanto si consiglia la disinfezione dell’acqua con una tecnologia che non lasci alcun residuo in acqua. Dato che questa tecnologia è offerta dall’ozono, vengono proposti sistemi per questo tipo di trattamenti. L’ideale è l’utilizzo di un serbatoio di accumulo per effettuare un ricircolo dell’acqua ed ozonizzarla. L’ozono ossiderà qualsiasi composto ed eliminerà qualsiasi forma di vita nell’acqua. In questo modo si   eviterà   la   trasmissione   di   malattie   attraverso   l’acqua   e   si   otterrà un’acqua completamente pura.

Un’altra applicazione dell’ozono nell’acqua consiste nell’uso di un sistema per la disinfezione ed il lavaggio in continuo delle stalle e dei capi di bestiame. L’ozono ha proprietà disinfettanti se rimane come residuo nell’acqua. Con l’uso di un sistema di dosaggio ozono in continuo possiamo disporre di un’apparecchiatura in formato portatile che consente la pulizia e la disinfezione della struttura contemporaneamente. Questa tecnica è utilizzata dai veterinari per la disinfezione delle ferite degli animali.